Sei in: Home Primi piatti Imbracata
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Tuscia in Tavola

Ricette, curiosità, tradizioni gastronomiche

arte in cucina

Imbracata

E-mail

Imbracata

Ingredienti: 250 g di farina di mais, una cipolla, basilico, 250 g di fagioli gialli secchi (oppure di ceci), un rametto di rosmarino, 150 g di cotiche di maiale, pecorino romano piccante, 100 g di lardo o pancetta, olio extravergine di oliva, 100 g di pomodori pelati o di passata di pomodoro, sale, pepe.

Lasciare i fagioli a bagno per una nottata. Metterli a cuocere a fuoco basso in una pentola, possibilmente di coccio, insieme con le cotiche di maiale tagliate a striscioline. In un tegame a parte fare un soffritto in olio di oliva con un battuto finissimo di lardo o pancetta, cipolla, basilico e rosmarino. Quando il grasso si sar sciolto aggiungere qualche cucchiaio di pomodoro passato, sale e pepe; lasciare insaporire per una ventina di minuti, quindi versare il tutto nella pentola dei fagioli, portare ad ebollizione e aggiungervi a pioggia la farina di mais. Continuare la cottura fino ad ottenere una polenta della consistenza desiderata, aggiungere il pecorino grattugiato e servirla nella spianatoia, come un tempo, o nel piatto tipo minestra. Al posto dei fagioli, alcuni usavano anche i ceci con lo stesso procedimento. Anche questo piatto da considerare ormai di interesse storico.

Nelle famiglie povere di un tempo l’imbracata avanzata nella spianatoia, cosa rara, si lasciava indurire e la sera o il giorno seguente si mangiava riscaldata direttamente sul fuoco del camino, fin quasi ad abbrustolirla.

 

Advertisement

Vi invitiamo a visitare:
media & sipario
Il salotto buono dell'informazione
TUSCIAMEDIA
Quotidiano della provincia di Viterbo
azione digitale
comunicazione e servizi it