Sei in: Home Le carni Lenticchie in umido col coniglio
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Tuscia in Tavola

Ricette, curiosità, tradizioni gastronomiche

arte in cucina

Lenticchie in umido col coniglio

E-mail

Lenticchie con spezzatino di coniglio

Lenticchie di Onano g 400, un coniglio viterbese da kg 1,5, pancetta g 150, sedano, carota, cipolla, aglio, sale, peperoncino, vino rosso asciutto, olio extravergine di oliva, passata di pomodoro, dado da brodo.

Liberate il coniglio dalle interiora, eliminate la testa e lasciatelo a bagno in acqua per una nottata, quindi tagliatelo a pezzi e asciugatelo.

In un tegame fate soffriggere in abbondante olio di oliva un battuto fatto con aglio, cipolla, sedano, carota e pancetta, aggiungete poi il coniglio a pezzi facendolo rosolare un poco ed irrorandolo con un bicchiere di vino, lasciatelo cuocere lentamente a tegame coperto, dopo aver aggiunto sale, mezzo peperoncino, qualche mestolo di acqua calda o brodo. A met cottura aggiungete le lenticchie, tenute a bagno per un'oretta, insieme con un mestolino di passata di pomodoro, per dare maggiore sapore al sugo, e continuate la cottura, aggiungendo se necessario qualche mestolo di brodo di dado.

 

Advertisement

Vi invitiamo a visitare:
media & sipario
Il salotto buono dell'informazione
TUSCIAMEDIA
Quotidiano della provincia di Viterbo
azione digitale
comunicazione e servizi it

Questa ricetta tratta dal volume "Tuscia a Tavola" di Italo Arieti.