Sei in: Home Frittura - frittelle - frittate Testina di vitello fritta
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Tuscia in Tavola

Ricette, curiosità, tradizioni gastronomiche

arte in cucina

Testina di vitello fritta

E-mail

Lavare la testina di vitello, sbollentarla per qualche minuto e pulirla accuratamente raschiando i peli eventuali residuati e tutte le parti non commestibili, metterla a cuocere in acqua bollente salata, con l'aggiunta di spezie varie (chiodi di garofano, succo di un limone, una cipolla tagliata e pezzi). Quando sar ancora calda disossarla completamente e tagliarla a pezzi, che verranno infarinati e passati nell'uovo sbattuto, condito con sale e pepe, e messi poi a friggere in olio caldo. Come variante, si pu preparare nel modo seguente: dopo averla lessata, disossata e tagliata a pezzi, si condisce con sale, pepe e scorza grattugiata di un limone, poi si introduce in un sacchetto di cotone ben pulito, e si lascia su un piano di marmo con un peso sovrastante fino a quando non si sar freddata completamente. A questo punto si taglia a fette, si infarina, si passa prima nell'uovo poi nel pane grattugiato e si mette a friggere in olio caldo. Servirla con un fritto misto di verdure.

 

Advertisement

Vi invitiamo a visitare:
media & sipario
Il salotto buono dell'informazione
TUSCIAMEDIA
Quotidiano della provincia di Viterbo
azione digitale
comunicazione e servizi it

Questa ricetta tratta dal volume "Tuscia a Tavola" di Italo Arieti.