Sei in: Home Frittura - frittelle - frittate Frittelle di salvia
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Tuscia in Tavola

Ricette, curiositĂ , tradizioni gastronomiche

arte in cucina

Frittelle di salvia

E-mail

Frittelle di salvia
Per queste frittelle occorre procurasi una varietà particolare di salvia, la Salvia sclarea che presenta foglie molto grandi, decorative, usate soprattutto dagli Erboristi. Comunque possono essere impiegate anche altre varietà, sempre preferendo quelle con foglie piuttosto grandi. Dopo averle ben lavate e asciugate con un panno, le foglie vanno immerse una per una in una pastella piuttosto densa e fritte nell’olio caldo. Si ottengono in questo modo delle frittelline non certo ricche dal punto di vista nutritivo, ma appetitose, che si usano di accompagnamento ad altre frittelle, ma appetitose, dal momento che le foglie di salvia contengono particolari sostanze oleose, responsabili dell’aroma intenso e molto particolare di questa pianta odorosa.
 

 

Advertisement

Vi invitiamo a visitare:
media & sipario
Il salotto buono dell'informazione
TUSCIAMEDIA
Quotidiano della provincia di Viterbo
azione digitale
comunicazione e servizi it

 

Questa ricetta è tratta dal volume "Tuscia a Tavola" di Italo Arieti.