Sei in: Home Erbe spontanee mangerecce Consolida
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Tuscia in Tavola

Ricette, curiosità, tradizioni gastronomiche

arte in cucina

Consolida

E-mail

il nome di una pianta erbacea perenne (Symphytum officinale L) (ing common comfrey, fr. Consoude officinale, ted. GemeinerBeinwell, sp. Consuelda mayor). appartenente alla famiglia delle Borraginacee (Boraginaceae), frequente presso paludi e fossi, alta fino a 70 cm. Chiamata anche consolida maggiore, erba del cardinale, orecchio d’asino, erba di San Lorenzo, sinfito, alo, naro, borragine selvatica, suciamele. caratterizzata da un grosso rizoma, le sue foglie sono ovali, allungate, lanceolate, intere, solide e ruvide al tatto. I fiori sono di colore giallo pallido e pi raramente violacei o porporini; i frutti sono formati da quattro acheni distinti e lisci. Fiorisce da maggio a luglio, in tutti i luoghi umidi, dal mare alle zone submontane d’Italia, talvolta in macchie, specialmente sotto i pioppeti, nelle rive dei fiumi, in luoghi paludosi. Esistono anche altre variet di consolida, la “consolida tuberosa o consolida femmina” (Symphytum tuberosum) e la “consolida minore” (Symphytum bulbosum), di taglia pi piccola, foglie pi ovate; entrambe hanno una radice a forma di tubero. Per distinguerla da quella minore, la nostra consolida stata definita “maggiore”, anche se nei vernacoli d’Italia chiamata anche con nomi che fanno riferimento alla somiglianza delle foglie con le orecchie dell’asino o al fatto che una stretta parente della borragine. La parola consolida deriva dal latino consolidare (= rafforzare), per le sue propriet astringenti: alla radice della Consolida si attribuiva la propriet di rinvigorire gli organi indeboliti.

In cucina Della consolida in cucina pochi ne parlano, anche se si possono utilizzare le sue foglie, ma non quelle vicino alla base che sono dure. Occorre cercare le piante pi giovani se si gradisce un sapore leggero e preferire le pi sviluppate, ma non quelle di un anno, se volete sentire il pieno sapore della pianta. Come per la borragine, non bisogna temere la dura pelosit delle foglie perch scompare con la semplice lessatura. Il miglior modo per gustare quest’erba quello di fare delle frittelle come si usa con la borragine. In Germania prendono il nome di schwarzwurz e vengono preparate nel modo seguente: si lascia il picciolo alle foglie, le si immerge poi in una pastella di farina, acqua gelata e uovo ben battuto, e si fanno friggere per due minuti in strutto caldissimo. Una variante consiste nel mettere due foglie a sandwich rinchiudendovi una fettina di prosciutto cotto e poi procedendo come sopra, la consistenza croccante della pastella contrasta con la morbidezza delle foglie in modo stuzzicante, per cui si pu andare avanti un bel po’ a mangiarne prima di fermarsi. Chi ama le zuppe e le verdure lesse potr servirsi della Consolida come di una qualsiasi altra verdura, sia mischiandola al minestrone, che utilizzando le foglie giovani, da sole come le bietole, ossia facendole cuocere ancora gocciolanti dell’acqua di lavaggio in un tegame senz’altro liquido, per poi condire con olio e limone. Altra utilizzazione quella per fare risotti con le sue foglie. Visti i minerali abbondantemente contenuti in questa verdura occorre usare solo pentole in acciaio nossidabile o in ferro smaltato. I giovani getti della Consolida che si appresta a fiorire, possono essere inseriti nelle insalate oppure cotti a vapore e poi mangiati conditi semplicemente con olio e sale. Gli steli fiorali, che si raccolgono all’inizio di marzo, dopo una leggera bollitura, da alcuni vengono utilizzati nelle frittate come gli asparagi selvatici.

Componenti principali: Allantoina (che avrebbe azione cicatrizzante), tannini, zuccheri, fitosteroli, carotenoidi. Per la presenza di sostanze azotate la consolida, fuori dell’Italia, viene coltivata per essere usata come foraggio per gli animali e per concimare i terreni

alt


 

Advertisement

Vi invitiamo a visitare:
media & sipario
Il salotto buono dell'informazione
TUSCIAMEDIA
Quotidiano della provincia di Viterbo
azione digitale
comunicazione e servizi it