Sei in: Home Erbe aromatiche Lavanda
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Tuscia in Tavola

Ricette, curiosità, tradizioni gastronomiche

arte in cucina

Lavanda

E-mail

il nome di alcune piante appartenenti alla famiglia delle Labiatae, genere Lavandula, che si presentano come arbusti legnosi o semilegnosi, ben ramificati, alti fino a cm 60, con foglie grigioverdi e fiori a 2 labbri, in spighe portate da steli abbastanza lunghi ed eretti; il colore sui toni dei violetti, ma anche rosa e porpora nelle stupende variet. Fioriscono da luglio fino ad agosto ma, in paesi caldi, le specie stoechas e dentata fioriscono praticamente tutto l’anno. Le lavande, grosso modo, si dividono in 2 gruppi, quelle a foglie intere e quelle a foglie suddivise come la multifida, la pinnata, la canariensis, che hanno la fronda simile a quella delle felci, ma sono poco aromatiche. Tra le lavande a foglia intera, tutte abbastanza simili, la pi importante la lavanda comune, o lavanda inglese (Lavandula angustifolia Miller = L. officinalis Chaix = Lavandula spica L. var. angustifolia) che la specie pi pregiata e quella coltivata maggiormente per l’estrazione dell’olio essenziale. A questo scopo si coltivano anche alcuni ibridi, nati ad opera degli insetti e chiamati poco poeticamente lavandini, i quali hanno altri vantaggi ma forniscono un’essenza molto pi scadente. A foglia pi larga, meno rustica e meno fragrante, c’ la Lavandula latifolia (o Lavandula spico L.). Molto belle per il giardino sono la dentata che, come dice il suo nome, porta foglie con una dentellatura minima, nitida e aggraziata che pare un ricamo fatto all’ago dalle suore, e la L. stoechas L., che termina la sua spiga con un ciuffetto di brattee colorate, petulanti come piccole bandiere..

Che uso farne La lavanda una pianta molto versatile e ci che la caratterizza di possedere virt opposte: cio sedativa e tonica allo stesso tempo. L’olio di lavanda, ad esempio, a concentrazioni basse (1%) calma un’infiammazione, a concentrazioni pi alte (dal 2 al 4%) agisce da stimolante della circolazione sanguigna e di conseguenza cura dolori reumatici e muscolari, ecc. Tutte le possibilit curative della lavanda si possono dire in una sola volta, definendola una grande equilibratrice di ogni malattia di origine nervosa: al tratto digerente, all’epidermide o all’apparato respiratorio. E dato che sappiamo che fin troppi malanni sono psicosomatici... Non parliamo poi dei disturbi nervosi primari: la lavanda un calmante dell’eccitabilit cerebro-spinale, quindi adatta, secondo gli erboristi del passato, per curare le insonnie, l’irritabilit, l’emicrania e i mal di testa, gli spasmi e le convulsioni, gli svenimenti. La lavanda si prende in infuso (1 cucchiaio di fiori per ogni tazza d’acqua a bollore); contro l’insonnia, prendetela naturalmente di sera e conservate un po’ d’infuso in bagno, in un bicchiere. Ogni volta che passate di l, sciacquatevi la bocca e vedrete che straordinaria sensazione di fresco e di pulito vi procurer. Oppure si prende sotto forma d’olio, per via orale, da 2 a 5 gocce, o per via esterna, facendo massaggi. Il decotto di fiori di lavanda, con aggiunta di altre erbe come timo serpillo, eucalipto, lamio o ortica bianca, per irrigazioni, efficacissimo contro le leucorree. La lavanda ha anche un buon potere antisettico e battericida; non infatti amata dagli animaletti. I sacchettini di lavanda (meglio se mescolata ad assenzio e menta pulegio) tiene lontane le tarme dagli armadi e l’essenza largamente impiegata per la fabbricazione degli insetticidi. Per dire invece la bont della lavanda come cicatrizzante, cito l’episodio raccontato da Ren Maurice Gattefoss stesso, un grande chimico e ricercatore, non solo autore di una significativa opera di aromaterapia, ma anche fondatore di una delle prime industrie chimiche e cosmetiche francesi. Mentre stava compiendo esperimenti in laboratorio, si bruci gravemente le mani e, non avendo altro a portata, le immerse in un vaso d’olio di lavanda. Fu stupefatto non solo per la scomparsa quasi immediata del dolore, ma per la rapidit con cui le ferite poi rimarginarono e senza infezioni di sorta.

In cucina con la lavanda In cucina possiamo preparare lo “zucchero di lavanda”, un tempo molto apprezzato e molto semplice da preparare: sembra che servirlo ad un t pu costituire una delicatezza rara. Si pestano in un mortaio fiori di lavanda con zucchero in ragione di 3 volte il peso dei fiori. Questo zucchero profumato si mantiene per un anno. Altra preparazione casalinga il “vino di lavanda” che si prepara versando in una bottiglia di sherry secco 100 gr di zucchero alla lavanda, preparato come detto sopra. Scuotere la bottiglia abbastanza sovente, per un certo numero di giorni. Poi filtrare e imbottigliare il vino. Si pu berlo dopo una settimana. Vi sono poi i “fiori di lavanda cristallizzati” che si preparano sbriciolando i fiori, mescolandoli con 4 cucchiaini di zucchero a velo in una bacinella e unendoci 2 cucchiaini di acqua di rose, fino a ottenere una pasta. Allargare quindi i fiori su un foglio di carta bianca e lasciarli ad asciugare. Possono essere adoperati per decorare pasticcini, torte, pani dolci e biscotti, ma anche per dare un aroma gradevole. Altra preparazione gastronomica piuttosto originale la “gelatina di lavanda” che si prepara partendo da una gelatina di mela, che pu diventare prelibata se nei vasi, prima che la gelatina calda venga versata, si adagiano alcuni rametti fioriti di lavanda. Infine, nei paesi anglosassoni, si preparano anche le “costolette alla lavanda” sminuzzando in una terrina 1 cucchiaio di fiori di lavanda, un po’ di cerfoglio, 1 foglia d’alloro, un po’ di erba cipollina, 2 o 3 foglie di rosmarino e un po’ di santoreggia; a parte mettere a macerare 4 costolette di vitello, con 4 cucchiai d’olio, pepe e sale. Farle poi cuocere alla griglia, sulle braci o sul gas, come d’abitudine, guarnendole con le erbe suddette.

 

Advertisement

Vi invitiamo a visitare:
media & sipario
Il salotto buono dell'informazione
TUSCIAMEDIA
Quotidiano della provincia di Viterbo
azione digitale
comunicazione e servizi it