Sei in: Home CUCINA IN VERSI Zuppetta de lumache
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Tuscia in Tavola

Ricette, curiosità, tradizioni gastronomiche

arte in cucina

Zuppetta de lumache

E-mail

Poesia in viterbese di Giuseppe Zena

Se tu voe fa ‘na zuppa de lumache
oppuramente gammere de fosso,
prepara sopra ‘l foco ‘n bel tegame
schiaffece drento l’ojo e la mentuccia
una o du alice, l’ajo fatto a fette
‘l peperoncino e ‘n pizzico de sale.

Quanno che l’ojo bello ‘nsaporito
co la forchetta butta tutto l’ajo
e allunga co’ ‘n po’ d’acqua ‘sto bollito
‘ndove ce butte drento le lumache
ch’aderono gi belle che lessate.

Quanno che se so bene ‘nsaporite
schiaffece drento ‘npo de brodo callo
e ‘n par’ de pommidore gi passate
‘gni tanto prova a daje ‘n’assaggiata
e la zuppetta bella e preparata.

‘Sto damagn, a d poco celestiale,
frutto de lunghe studie e pensamente,
‘nventato dalla nostra antica gente,
quanno che pe’ magn nuc’era gnente
e sopravviva nun adera ‘n gioco.

 

Advertisement

Vi invitiamo a visitare:
media & sipario
Il salotto buono dell'informazione
TUSCIAMEDIA
Quotidiano della provincia di Viterbo
azione digitale
comunicazione e servizi it