Sei in: Home CUCINA IN VERSI L'acquacotta
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Tuscia in Tavola

Ricette, curiosità, tradizioni gastronomiche

arte in cucina

L'acquacotta

E-mail

Poesia in viterbese di Giuseppe Zena

So' passate 'n sacco d'anne
ma '1 sapore de quel piatto
nu' lo posso pi scord.
Ero fijo, sett'ott'anne,
e '1 mi patre me portava
ogni tanto a trov '1 nonno,
lui contento ce 'nvitava
a magn quello che c'era,
e fra tutte quelle cose
nun me posso pi scord
acquacotta e baccal.
Vojo datte la ricetta
de 'sto pasto profumato
‘n po' da tutte ricercato,
ma che poche sanno fa':
La mentuccia e 'na patata,
pommidore e cicorietta
spicchie d'ajo e cipolletta
e quant'altro troverai,
loffe, strigole, spinace
pratarole e pastenache;
tutto dentro la pignatta
con 'n po' d'acqua e 'n po' de sale;
poi se tu la voe speciale
metti 'n ovo o 'l baccal.
Quann' cotta la patata,
gi ‘sta broda profumata
nel bacile sopra 'l pane
e poe ojo a profusione.
Me dirai poe se ho ragione,
quanno tu rimangarae
soddisfatto, a bocca aperta,
specie se 'n te scordarae
d'aggiuntacce 'l peparone.

 

Advertisement

Vi invitiamo a visitare:
media & sipario
Il salotto buono dell'informazione
TUSCIAMEDIA
Quotidiano della provincia di Viterbo
azione digitale
comunicazione e servizi it